Home A favorire... “I milincianeddi ammuttunati”, ricetta terapeutica

“I milincianeddi ammuttunati”, ricetta terapeutica

“I milincianeddi ammuttunati” sono un tipico piatto dell’estate palermitana, durante la quale è possibile trovare dai nostri “putiari” le melanzane “nostrane” di piccolissime dimensioni, che prima di essere fritte e cotte nel sugo si “ammuttunanu” (imbottiscono) con menta, formaggio e aglio.

L’operazione dell’“ammuttunamento” è spesso riservata ai nonni o a coloro che hanno molta calma e pazienza.

I gusti sono tipicamente siciliani perché si unisce l’aroma dolciastro della menta, al salato del caciocavallo, con l’amarostico della milincianedda, tutto arricchito dalla salsa di pomodoro fresco.

Le melanzane qui fotografate sono state cucinate da mia nonna, una palermitana verace di 88 anni; me le ha fatte avere un giorno in cui le avevo detto che avevo mal di stomaco. Questa è stata la sua cura naturale per me, perché lei è convinta che quando la pancia duole bisogna attuare una sorta di terapia d’urto: infatti se  lo stomaco si “malabbitua” con minestrine o cibi leggeri si finirà a mangiare per sempre come i malati e a quel punto “…Chi priu c’è a campari?” (“Che gioia ci sarebbe a vivere?”).

milincianeddi
“I milincianeddi ammuttunati”

Una volta ottenuta la mia dose di  “milincianeddi ammuttunati”, non ho potuto esimermi dal mettere in pratica questa terapia molto piacevole e dai sicuri risultati, visto che come è noto: “I consigli della nonna sono sempre i migliori”. Una cura senza nessuna controindicazione (l’importante è non guardare l’ago della bilancia), basta stare attenti a non fare interagire con caponata o parmigiana, che contengono lo stesso principio attivo; ha come effetti collaterali un eccesso di euforia, quindi è preferibile assumere in dosi moderate.

Il mal di pancia ovviamente è subito passato,  forse perchè è vero il detto che dice: “A panza è biddicchia cchiùssai ci ‘nni metti cchiùssai si stinnicchia”. O forse perchè le milincianedde sono veramente curative per il corpo e per la mente.


Ricetta

Ingredienti: 8 milincianeddi, foglie di menta, 8 spicchi di aglio, cubetti di cacio cavallo, sale, pepe, olio evo, salsa fresca di pomodoro.

Preparazione: Tagliare il picciolo delle melanzane, sciacquarle, metterle per un po’ in acqua e sale, poi scolarle, sciacquarle ed asciugarle. Con la punta del coltello incidere ogni melanzana in 4 punti. In un piattino preparare un mucchietto di sale e pepe. In ogni incisione aiutandosi con il coltello infilzare menta, caciocavallo a pezzetti , un pizzico del sale e pepe e per finire un pezzo di aglio per tappare e non far fuoriuscire il tutto; quando sono tutte ammuttunate, in un tegame con olio si fanno soffriggere a fuoco basso rigirandole, finchè tutti i lati si colorano e sembreranno appassite. Si aggiungeranno alla salsa di pomodoro fresco bollente  e si lasceranno cuocere per circa mezz’ora a fuoco moderato. Aggiustare di sale e mangiare.

Lascia un commento: