Home Lettere Un lettore ci scrive a proposito di rifiuti

Un lettore ci scrive a proposito di rifiuti

CONDIVIDI

Una lettera di un nostro lettore indirizzata al sindaco ed all’assessore al ramo sottolinea ancora una volta le incongruenze tra servizio reso ed imposta pagata.

Egregio Signor Sindaco e Assessore al ramo per l’“Igiene Pubblica”,

non sono incline alla facile protesta e chi mi conosce può testimoniarlo. La foto che allego è però emblematica anche se ho visto di peggio in questi giorni.

Comprendo molto bene le difficoltà in cui lei si dibatte, difficoltà, fra l’altro, ereditate; immagino anche quanto si stia adoperando per risolvere nel miglior modo la situazione scandalosa che continuiamo a subire soprattutto noi cittadini che, come lei, paghiamo il servizio.

Mi conceda uno sfogo: le chiedo se sia possibile tollerare oltre un simile stato di cose (la spazzatura che si accumula da alcuni giorni sui marciapiedi, con i sacchetti strappati da gatti e cani randagi) a fronte di salatissime parcelle che paghiamo (la mia famiglia sta sborsando ben 500 euro relativi al 2014, e la nostra non è sicuramente fra le più esose). E perché poi? È forse questo il prezzo da pagare per questo tipo di spettacolo?

Io e mio marito siamo fortunati, abbiamo la nostra decorosa pensione e riusciamo ancora a onorare gli svariati impegni, comprese le parcelle per un servizio non reso. E chi non può? Chi non ce la fa?!

Le auguro sinceramente buon lavoro!

Camilla Impastato

La spazzatura cui ci si riferisce nella lettera
La spazzatura cui ci si riferisce nella lettera

Lascia un commento: