Home Sport Calcio, Città di Cinisi 2 – Polisportiva Alqamah 1

Calcio, Città di Cinisi 2 – Polisportiva Alqamah 1

L’inverno si è presentato con vento e freddo al Campo comunale per la prima gara del 2016.

Cinisi 6 gennaio 2016. Se il girone d’andata è stato tutto sommato positivo, i bianco blu sperano per l’immediato futuro e si pensa a qualche modifica. La squadra ospite è un buon avversario per capire come vanno le cose. Il protagonista del primo tempo però è il vento freddo che non rallegra nessuno.

Padroni di casa avanti con possesso della palla e spazio ai due laterali; alcamesi ordinati, in difesa come a centrocampo, fanno del fuorigioco un arma di difesa insormontabile per lunghi tratti. Quando i cinisensi giocano in verticale il muro ospite vacilla ma le occasioni si sprecano così come due minuti prima del vantaggio con un tiro fuori davanti al portiere.

Durante il recupero, un traversone in area di rigore ospite potrebbe essere controllato dai centrali bianconeri, invece il tentativo d’anticipo del difensore finisce in porta per il vantaggio del Cinisi. Il vento è a favore degli ospiti e dopo una ribattuta allunga sulla traversa un tiro da fuori. 1 a 0 si va al riposo.

Cambio di campo e Cinisi con vento a favore, subito pericoloso con un tiro da fuori di Di Salvo, il portiere para in due tempi. Le squadre sono disposte con un 4-4-2 speculare ma all’ordine tattico degli ospiti si contrappone la tecnica dei bianco blu, meno ordinati ma capaci di saltare l’uomo in ogni parte del campo. Subito il raddoppio: calcio di punizione dai venti metri con rimpallo che arriva a Di Maggio, colpo di testa e 2 a 0. Ospiti reagiscono ma concretizzano solo due calci di punizione consecutivi dalla destra dell’area con pronta risposta del portiere, che da sicurezza.

L’arbitraggio fin qui è molto tecnico con poche sanzioni per contatti fisici. Dopo il raddoppio dei padroni di casa arrivano anche il nervosismo e i cartellini gialli. La tattica del fuorigioco proposta dall’Alqamah è esemplare; gli attaccanti cinisensi finiscono regolarmente in fuorigioco. Il vento spazza a raffiche quanto basta per far tirare su il cappuccio al pubblico e limitare i lanci lunghi, che puntalmente falliscono il bersaglio. Il disturbo è evidente quando la difesa bianco blu viene sorpresa sulla sinistra da un pallone frenato, l’esterno ospite arriva in area e tira sul portiere, sulla respinta il tiro finisce alto. Come un calcio di punizione poco dopo. Il Cinisi controlla la partita, cambia modulo e due giocatori.

Minuto 27 della ripresa: metamorfosi. Fallo non chiaro, proteste, finisce la tranquillità concessa dal vantaggio. Calcio di punizione dalla sinistra in prossimità del lato corto dell’area, saltano tutti, urlo di dolore, rigore. Proteste inutili. Il numero 4 alcamese spiazza il portiere. Da un vantaggio che poteva essere più ampio al rischio di pareggiare. Finalmente superata la difesa bianconera con una verticalizzazione, ancora uno contro uno davanti al portiere, ancora un pallone fuori. Minuti finali con il timore di essere raggiunti. Troppi falli cattivi, l’arbitro controlla con altri due gialli. Gli alcamesi rallentano. Si chiude in attacco, difesa ospite in difficoltà a sinistra. Portiere e difesa salvano due volte poi conclusione da fuori che fa gridare al tris. Triplice fischio. Prima vittoria del 2016 e secondo posto ma è troppo presto per fare calcoli.

Lascia un commento: