Home Sport Città di Cinisi 0 – 0 Valdercie

Città di Cinisi 0 – 0 Valdercie

Sesto turno consecutivo senza sconfitte per il Città di Cinisi. L’ultima ad Altofonte, contro la capolista. Per la prima volta, da dicembre, i bianco azzurri non riescono a segnare, nonostante anche contro il Valderice abbiano avuto più d’una occasione.

I numeri della squadra di Sollena restano buoni e il secondo posto, complice la sconfitta dei selinuntini, è rafforzato. Purtroppo questo pareggio potrebbe aver troncato la possibilità di agganciare la capolista.

E’un pomeriggio di sole, tiepido per quanto la fine di gennaio possa permetterlo. Nero verdi ospiti, ordinati, come quasi tutte le trapanesi che hanno affrontato il Cinisi; poco estro, circolazione a palla corta e costruzione del gioco sempre e comunque. Alla fine però la loro classifica paga qualcosa alla mancanza di tecnica mostrata.

Squadre speculari, difesa a tre, col modulo più usato ultimamente (3-5-2). Andamento solito: Cinisi avanti, sulle fasce spinge ma non punge. Gli ospiti comunque difendono. Poche occasioni, dettate dall’uno contro uno a centrocampo ma il primo tempo finisce 0 – 0. Alla ripresa torna il vento, spesso a favore del Valderice. Campo leggermente scivoloso. L’arbitro contiene quel pizzico di nervosismo dovuto alla posta in palio.

Secondo tempo inizia come finito il primo. Le due ali bianco azzurre diventano delle mezze punte spesso e volentieri, tenendo i nero verdi nella loro metà campo. Le assenze a centrocampo si sentono, manca il cambio di passo. Al 6′ un pallonetto dai venti costringe il portiere ospite ad un colpo di reni che vale un gol. Doppio cambio subito. L’arbitro lascia spesso correre per applicare il vantaggio ma resta severo. Tre gialli in cinque minuti divisi. Semi rovesciata in area dopo venti minuti, palla alta. Il Cinisi gioca più disteso e mantiene il controllo. Quando ci si aspetta che passino in vantaggio arriva la sorpresa. Lancio da centrocampo, fuorigioco evitato. Il numero 11 nero verde lanciato a rete, arriva il contatto col portiere in uscita: sembra fuori area ma l’arbitro concede rigore e alza il cartellino giallo. Botta alla sinistra del portiere che si tuffa e para, scatenando il pubblico.

Lo scampato pericolo fa accelerare il Cinisi ma arrivano solo due calci d’angolo. Mezz’ora della ripresa, ennesimo tentativo di lanciare un uomo dalla mezzaluna dentro l’area valdericina, stavolta la palla è leggermente lunga. Il portiere ospite, fin lì bravo, aggancia l’avversario, al limite dell’area piccola. Rigore chiamato a gran voce. Concesso tra le proteste. Arriva un’espulsione evitabile, dato il momento. Dal dischetto del rigore il centravanti bianco azzurro tira alla destra del portiere che compie una parata fotocopia di quella del collega cinisense. 0 – 0.

La parata esalta il portiere valdericino; gran riflesso dopo un triangolo in area con tiro a colpo sicuro da due metri, angolo. Sulle fasce il Cinisi fa la partita. Ne saltano anche due per volta ma in area la deviazione decisiva non arriva.

Tre minuti alla fine del tempo regolamentare: calcio di punizione, palla in area, saltano tutti, la difesa nero verde, lenta nel tentare il fuorigioco, si lascia sorprendere; palla alta.

In pieno recupero il Cinisi prova con forza a sulle fasce, specie a destra. Una punizione da sinistra dell’area ospite finisce di poco a lato. Il nervosismo diventa più visibile. Ancora calcio di punizione da venti metri, il portiere ospite devia. Angolo conseguente, ancora palla a lato. Sfilano i secondi, giunge la delusione. Rimane l’acquolina per quei tre punti che servivano ma che non sono arrivati.

Sicuramente il bicchiere rimane mezzo pieno grazie al +9 sulle quinte. Si riprende a Gibellina il 21 febbraio.

Lascia un commento: