Home Cultura “Novecento e altro”, pittori del ‘900 in mostra a Palermo

“Novecento e altro”, pittori del ‘900 in mostra a Palermo

Alcuni giorni fa a Palermo ho visitato la mostra intitolata “Novecento e altro” esposta alla Galleria d’Arte Studio 71 ed ho avuto anche l’occasione di scambiare alcune battute col gallerista Francesco Marcello Scorsone.

Scorsone mi ha spiegato che questa mostra è nata “Come omaggio ad alcuni degli autori che in trentacinque anni di attività della galleria si sono succeduti nelle sue sale espositive”. Si tratta di  una ristretta selezione di opere di artisti nati quasi tutti nella prima metà del ‘900, prima della Seconda Guerra Mondiale. Sono pittori che hanno attraversato questo secolo da poco oltrepassato, ne hanno espresso le trasformazioni, rappresentando quindi anche i cambiamenti avvenuti nel mondo dell’arte, dal figurativo all’informale. Pittori che hanno avuto un riscontro positivo da parte della critica, anche se, come è scritto nella presentazione della mostra: “Non sempre ad un’ottima critica ha corrisposto poi un successo individuale tale da consentire all’artista di vivere di “rendita”, come si dice in gergo. Questo in qualche modo fu possibile fino alla fine degli anni Sessanta, con l’avvento del boom economico – in particolare in Italia – e il fiorire di gallerie d’arte e di luoghi dove esponevano pittori improvvisati, ma soprattutto con l’esplosione della pittura informale quando artisti dalle dubbie capacità creative trovarono modo di sbarcare il lunario realizzando opere molto mediocri vendendole, a carissimo prezzoLe aste televisive e i venditori di fumo fecero il resto negli anni Ottanta saturando, a caro prezzo, le case di improvvisati collezionisti”.

Questa “corsa all’acquisto” contribuì allo stesso tempo a produrre un “impoverimento dei valori della stessa pittura”. Oggi con la crisi economica e culturale le gallerie non vendono più e sono poco frequentate, e ci vorrà tempo per cambiare la situazione attuale e “per riportare in galleria gli appassionati e i collezionisti di un tempo e anche i nuovi” così conclude la sua riflessione il curatore Francesco Marcello Scorsone.

Le opere esposte nella mostra “Novecento ed altro”, che sono solo una piccola parte della collezione della  Galleria Studio 71, sono “Mirate ad individuare un percorso comune fatto del medesimo modo di credere nel valore dell’Arte”. Gli autori sono: Ugo Attardi, Matteo Barretta, Enrico Benaglia, Remo Brindisi, Sebastiano Carta, Aurelio Caruso, Bruno Caruso, Antonio Corpora, Bruno Fael, Renato Guttuso, Ibrahim Kodra, Nino La Barbera, Mino Maccari, Paolo Malfanti, Alberto Moretti, Franco Mulas, Franco Nocera, Antonino G. Perricone, Salvatore Provino, Pupino Samonà, Paolo Schiavocampo, Tino Signorini, Turi Sottile, Lino Tardia, Togo e Aldo Turchiaro. Dal figurativo più tradizionale all’innovazione informale, una panoramica che mostra diverse atmosfere e sensazioni, tele dai colori in alcuni casi sgargianti e vividi che lasciano spazio a quelle dai toni scuri, grigi introspettivi.

Natura e paesaggi urbani, linee rette e rotondità ondulatorie. Volti e corpi umani tratteggiati delicatamente e con poesia. Tutte opere diverse, ma non contrapposte, che mostrano eterogenee interpretazioni della realtà e dell’arte e ci offrono il quadro di un secolo ricco di mutazioni e visioni e la consapevolezza che l’arte, la ricerca, la bellezza, la magia esistono e possono ancora esistere.

La mostra è visitabile tutti i giorni dalle 16,30 alle 19.30 fino al 27 febbraio presso la Galleria d’Arte Studio 71 di via V. Fuxa 9 a Palermo.

Lascia un commento: