Home Notizie Comunicazioni del movimento civico “La Rigenerazione”

Comunicazioni del movimento civico “La Rigenerazione”

In vista del prossimo Consiglio Comunale, proseguono alacremente i lavori e le proposte del Movimento Civico della Ri.Generazione. Tre infatti sono le interrogazioni proposte per la prossima assise.

La prima interrogazione verte sugli eventi ed il Turismo di Cinisi, lamentando la scarsità del calendario estivo proposto nel 2016, causato dalla mancanza di fondi del Comune. Le domande nello specifico si riferiscono alla futura calendarizzazione di eventi del 2017, ancora in fase embrionale, il Consigliere Impastato chiede:

  • Quali sono i motivi per i quali l’Amministrazione Comunale non ha presentato, ai sensi della Circolare n.15043 del 12 giugno 2015, progetti e/o istanze per eventi da organizzare a Cinisi nel 2017?
  • Quali sono le azioni che l’Amministrazione Comunale intende adottare per reperire fondi Europei/Regionali nel settore in questione?
  • Quali sono i motivi per i quali, all’interno dell’aerostazione dell’Aeroporto Punta Raisi/Falcone e Borsellino, non è presente una postazione fissa che promuova l’immagine della città di Cinisi?
  • Quali sono i motivi per i quali ancora oggi l’assessore al Ramo del Comune di Cinisi non ha iniziato l’iter per l’organizzazione del Carnevale 2017?
  • A quando risale l’ultima riunione avuta dall’assessore al ramo con le associazioni dei carristi?
  • A quando risale l’ultima riunione avuta dall’assessore al ramo con i commercianti di Cinisi?
  • A quando risale l’ultima riunione avuta dall’assessore al ramo con gli operatori turistici di Cinisi?

leggi il comunicato integrale

La seconda interrogazione si focalizza sul tema dei rifiuti, il timore è la sovrattassa che il Comune sarà costretto a pagare, visto che finora sembra che la raccolta differenziata si sia assestata intorno al 25%, non raggiungendo i parametri dettati quindi dalla Regione Siciliana; ciò comporterebbe un probabile aumento della TARI ai danni dei cittadini, Visto che il comma 4 dello stesso art. 34 stabilisce che: “I Comuni che non raggiungono, nell’anno precedente, la percentuale di raccolta differenziata del 65%, sono tenuti al pagamento dell’addizionale del 20% prevista dall’articolo 205 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n.152”.

Risulta urgente incrementare i livelli di raccolta differenziata e che sono diversi gli strumenti a disposizione dell’Amministrazione Comunale per poterlo fare. Solo per fare un esempio, tanti Comuni del comprensorio, come Carini, Isola delle Femmine, Bagheria e Balestrate, solo per citarne alcuni, hanno partecipato al bando COMIECO 2016 per l’acquisto di attrezzature destinate allo sviluppo della raccolta differenziata di carta e cartone e hanno ottenuto finanziamenti a fondo perduto; è stato verificato, con rammarico, che il Comune di Cinisi non ha presentato alcuna domanda relativa al bando sopracitato, pubblicato il 23/12/2015 con scadenza 15/01/2016, successivamente prorogata al 31/01/2016. Il Consigliere Impastato chiede dunque:

  • Quali sono le azioni che l’Amministrazione Comunale intende porre in essere per incrementare i livelli di raccolta differenziata nei prossimi mesi? E’ stato elaborato un piano oppure si naviga a vista in attesa dell’ennesima emergenza rifiuti?
  • Qualora (come prevedibile) non si dovessero raggiungere gli obiettivi di raccolta differenziata previsti dalla legge, come intende trovare l’Amministrazione Comunale le risorse per pagare l’ecotassa? Ci sarà un aumento della pressione fiscale sui cittadini?
  • Quali sono i motivi per i quali il Comune di Cinisi non ha partecipato al bando COMIECO 2016?

leggi il comunicato integrale

Ultima interrogazione è la richiesta da parte del Movimento Civico di installare nell’aula consiliare “Peppino Impastato” una rete internet e/o Wi-Fi in modo che possano usufruirne i cittadini, partecipando ai lavori del Consiglio Comunale tramite la diretta streaming, così come di altre manifestazione che l’aula ospita, in nome dello spirito di legalità e trasparenza che l’assise incarna.

Il Consigliere Impastato si dichiara inoltre disponibile a sostenere le spese di realizzazione dell’impianto di rete, qualora non si riuscisse nel reperimento dei fondi per realizzarlo, dato che si attende ancora l’approvazione del Bilancio di Previsione 2016.

leggi il comunicato integrale

Lascia un commento: