Home Cronaca Storie di solidarietà tra gli spauracchi del Terrorismo

Storie di solidarietà tra gli spauracchi del Terrorismo

Il 31 dicembre, nello stesso giorno in cui un attentatore irrompeva in un locale affollato di Istanbul uccidendo 39 persone, a Cinisi accadeva un episodio alquanto inaspettato.

(foto copertina da YOUrban.net) In occasione delle festività natalizie e delle ultime recenti tragedie avvenute nel resto d’Europa, la Polizia di Stato ha intensificato i già severi controlli, in particolare in ambito aeroportuale. Proprio grazie a questi maggiori controlli, gli agenti dell’Ufficio di Frontiera Aerea presso l’Aeroporto Falcone-Borsellino di Punta Raisi, hanno tratto in arresto tre cittadini stranieri che avevano tentato, esibendo passaporti contraffatti, di eludere i controlli per imbarcarsi su alcuni voli.

Una donna di nazionalità greca insieme ai due figli minori è stata così fermata presso l’area dedicata al controllo documenti dei passeggeri. Dalle verifiche effettuate dagli esperti della Polizia è risultato che il passaporto in suo possesso, nonché quelli dei due figli minori al suo seguito, rispettivamente di 13 e 9 anni, presentavano alcune anomalie. Approfondendo le verifiche, è stato accertato fossero falsi. Pertanto, la donna è stata tratta in arresto e condotta presso la Casa Circondariale “Pagliarelli”.

I due figli minori della donna, purtroppo, rischiavano di non trovare alcuna collocazione, a causa della momentanea indisponibilità della locale struttura di accoglienza; così gli operatori della Polizia di Stato, con grande senso di umanità, si sono proposti di accogliere i due minori nelle proprie abitazioni private, con il consenso dell’Autorità Giudiziaria.

Nella stessa sera altre due persone sono state fermate con passaporti falsi, di cui una in compagnia di un minore. Il bambino, nella stessa condizione degli altri due minori, è stato affidato momentaneamente ad un operatore della Polizia di Frontiera, presso la sua abitazione privata.

Gli episodi quindi possono essere un ottimo esempio di come la sicurezza in alcune occasioni funzioni perfettamente, ma al tempo stesso sono esempi del valore della compassione e del senso dell’umanità, soprattutto verso chi, come i bambini, non rappresenta una minaccia, ma la subisce.

Lascia un commento: