Home Attualità Il 21 Marzo diventa ufficialmente la Giornata della memoria e dell’impegno

Il 21 Marzo diventa ufficialmente la Giornata della memoria e dell’impegno

CONDIVIDI

“Sono morti per tutti noi e abbiamo un grosso debito verso di loro e questo debito dobbiamo pagarlo gioiosamente, continuando la loro opera”. Così gridava Paolo Borsellino all’indomani della strage di Capaci.

È nostro dovere portare avanti la loro opera soprattutto ricordando le loro azioni e ricordando i nostri caduti. Da anni per il 21 marzo si celebra il ricordo di tutte le vittime innocenti delle mafie. Mercoledì 1 Marzo la Camera ha approvato all’unanimità la legge che istituisce la “Giornata nazionale della memoria e dell’impegno” proprio quel giorno.
In base al testo approvato, la Giornata della memoria “non costituisce festività nazionale, né comporta riduzione di orari degli uffici pubblici o delle scuole”. Gli istituti scolastici di ogni ordine e grado “promuoveranno iniziative volte a sensibilizzare sul valore storico, istituzionale e sociale della lotta alle mafie e sulla memoria delle vittime delle mafie.”

Pietro Grasso, Presidente del Senato, commenta così: “Una occasione per onorare le vittime di cui si sa molto e quelle meno note. Per non limitarci al solo ricordo dobbiamo però impegnarci ogni giorno dell’anno per battere la criminalità organizzata.”

Il referente provinciale di Palermo di “Libera”, Antonio Zangara, anche personalmente coinvolto data la sua storia, esprime la sua felicità e soddisfazione per questo traguardo.

Memoria e impegno: questo è ciò che vedremo nelle manifestazioni per la Giornata della Memoria che si svolgeranno in oltre 4000 luoghi di ogni parte d’Italia, con Locri che sarà la piazza principale a livello nazionale, mentre in Sicilia, la piazza designata per la realizzazione della manifestazione, sarà Trapani.

È pur vero che è una data simbolica, ma che ci obbliga a riflettere su ciò che è stato e tutto ciò che ancora c’è da fare, tenendo a mente indistintamente tutte le storie che hanno segnato questo nostro Paese.

Lascia un commento:

Ancora nessun commento. Commenta per primo!

wpDiscuz