CONDIVIDI

Ancora le dimissioni di un assessore della giunta Palazzolo. Questa è la sesta volta dal 2014. A lasciare, dietro “invito” del sindaco, è Rosalba Pizzo, assessore alla Pubblica Istruzione. Le motivazioni? “Esigenze politiche di maggioranza”.

In un mondo normale un assessore come Rosalba Pizzo, che fa bene e con dedizione il suo mestiere, verrebbe premiato. Ma siamo a Cinisi, e capita di sentire anche questo. Di sentire cioè che l’Assessore Pizzo che si è dedicata anima e corpo al suo ruolo in un ambito delicato come quello della scuola, “venga dimessa” dal Sindaco Giangiacomo Palazzolo.

In questo modo, il sindaco placherebbe alcuni malumori e si garantirebbe la stabilità politica all’interno della maggioranza che di questi ultimi tempi sembrerebbe vacillare.
A farne le spese ovviamente è l’assessore che avrebbe gradito continuare il lavoro intrapreso, ma anche e soprattutto i cittadini che assistono ancora una volta al classico turnover di assessori, una pratica molto discutibile, quanto tristemente accettata.

Nella lettera di dimissioni, con lo stile che la contraddistingue l’assessore ringrazia il sindaco per l’occasione concessa ma specifica: “tali dimissioni sono state richieste e volute proprio dal Sindaco per esigenze “politiche” di maggioranza“.

Poi continua “Pur non comprendendo la “ratio” di tale richiesta ad anno scolastico ancora in corso e in un periodo in cui si stanno realizzando i progetti per i quali ha lavorato durante il mio mandato, colgo l’occasione per ricordare solo alcune delle attività realizzate: Progetto educazione ambientale, progetto carnevale, premio Meli, fiera del libro, eventi per la giornata internazionale della donna, progetto natale, settimana della cultura, Asp in piazza, progetto adotta un monumento (Torre Pozzillo) e giornata mondiale per la consapevolezza sull’autismo, iniziativa questa promossa per la prima volta a Cinisi“.

L’assessore continua, sottolineando il suo impegno per l’edilizia scolastica durante il mandato, a giorni infatti, si dovrebbero aprire i nuovi locali del plesso scolastico di Piazza Gramsci, dopo che la ditta che si è aggiudicata i lavori ha completato le opere di ristrutturazione.

L’ormai ex assessore Pizzo, chiude la sua missiva laconicamente: “Auguro a chi mi succederà di dedicare lo stesso tempo, la stessa mia dedizione e professionalità in questo campo così delicato, dal quale usciranno gli uomini e le donne di domani“.

Il Comitato genitori di Cinisi, in un post su facebook, esprime rammarico per le dimissioni forzate di un assessore operoso e in gamba, ringraziando Rosalba Pizzo per quanto fatto fino ad oggi:

Il dato che dal 2014 a oggi ben 6 assessori siano già cambiati significa che vi è alla base un progetto politico alquanto debole e quantomeno poco lungimirante. Nel solito mondo normale, infatti che gli assessori andrebbero scelti in base alla loro competenza e sostenuti affinché possano lavorare per tutto il mandato occupandosi di progetti anche a lungo termine. Alcuni assessori a Cinisi hanno lasciato, altri sono stati invitati a lasciare, probabilmente altri ancora lasceranno. E così non conta quanto un assessore lavori bene, e porti beneficio alla comunità. Contano piuttosto le esigenze “politiche” della maggioranza”.

Lascia un commento:

Ancora nessun commento. Commenta per primo!

wpDiscuz