CONDIVIDI

Arrivano dopo le ultime feste comandate le nuove ordinanze sindacali. Le ordinanze riguardano la raccolta dei rifiuti urbani con il metodo  “porta a porta” e la manutenzione e cura del verde privato prospiciente le aree pubbliche.

L’ordinanza sulla cura del verde privato pone l’obiettivo di porre un freno alla diffusa incuria verso il mantenimento del decoro urbano attraverso il contenimento ed il mantenimento della vegetazione spontanea e coltivata e della pulizia degli spazi pubblici antistanti gli immobili privati; in modo da prevenire così situazioni di pericolo  o di danno alla pubblica incolumità  a garanzia della sicurezza, dell’igiene e del benessere dei cittadini, oltre che a migliorare il decoro urbano e l’immagine del territorio e contemporaneamente garantire il contenimento della spesa pubblica.

I provvedimenti, rivolti in particolare ai proprietari di immobili privati prospicienti aree pubbliche, prevedono l’obbligo di: potatura dei rami delle alberature e delle piante che si protendono oltre il confine sul ciglio stradale, rimozione e smaltimento dei residui vegetali; potatura di siepi, arbusti, rovi sporgenti oltre il confine stradale che pregiudicano la pulizia, il decoro, la viabilità e la segnaletica stradale; rimozione di sterpaglie e vegetazione spontanea di tutti gli spazi (cunette, marciapiedi e ciglio stradale) prospicienti l’immobile privato e per l’intero fronte dello stesso, ricadenti fuori e dentro il centro abitato, in modo che non sia ristretto il sedime stradale o comunque non risulti danneggiato o ingombrato il passaggio e garantita la sicurezza; inoltre i proprietari hanno l’obbligo dii provvedere alla pulizia delle cunette antistanti lo spazio prospiciente l’immobile di appartenenza al fine di garantire il regolare deflusso dell’acqua in caso di pioggia ed al fine di garantire  la pubblica incolumità  e degli  standard minimi di sicurezza stradale. L’eventuale violazione prevede una sanzione pecuniaria che va da 100.00€ fino a 1.000,00€.

L’ordinanza sindacale sulla raccolta differenziata “porta a porta” prevede oltre alle già note norme e calendario della raccolta, il reiterato divieto A tutte le utenze domestiche e commerciali, l’abbandono indiscriminato sul suolo pubblico di rifiuti differenziati e non differenziati, ed il conferimento degli stessi con modalità e orari difformi a quelli previstiSono previste inoltre ulteriori disposizioni in materia di raccolta, infatti i rifiuti indifferenziati dovranno essere conferiti in sacchi esclusivamente trasparenti, così come la carta e cartone dovranno essere conferiti in scatole di cartone o sacchetti di carta. Per questo tipo di rifiuti, se non conferiti in modo conforme, quali sacchetti di plastica, non ne verrà previsto il ritirò.

Qui il calendario per la raccolta differenziata da maggio ad agosto 2017.

Qui l’ordinanza del sindaco per il porta a porta, e quella relativa alla cura e manutenzione del verde privato prospiciente aree pubbliche.  

Lascia un commento:

2 Commenti su "Cinisi, nuove ordinanze del Sindaco in materia di rifiuti e decoro urbano"

CANGEMI

AVEVO COMMENTATO IERI……………..MA VEDO CHE NON PUBBLICATE I COMMENTI…WW LA PARTECIPAZIONE………………..GRAZIE

CANGEMI ROCCO

BEL CALENDARIO !!!!!!!!!!!!!!! MA PER I RIFIUTI INGOMBRANTI????????????

wpDiscuz