Home Cronaca Saccheggiato il parco giochi di Cinisi

Saccheggiato il parco giochi di Cinisi

Luogo di ritrovo per grandi e piccini, colpito da alcuni vandali durante la ricorrenza del 2 di novembre.

Cinisi non è più un paese normale.

Assume sempre più i contorni di una periferia urbana, dove gli episodi di microcriminalità si susseguono giornalmente, senza trovare risposte nell’azione di contrasto delle forze dell’ordine.

Proprio alcuni giorni fa, il consigliere Conny Impastato esponente del movimento La RI Generazione, ha chiesto al Presidente del Consiglio, Giuseppe Manzella, di approfondire il tema che interessa la sicurezza dei cittadini e il tessuto sociale dell’intera comunità.

Il danneggiamento del parco giochi, ad opera di alcuni facinorosi, probabilmente gli stessi che qualche giorno fa hanno appiccato il fuoco ad una palma sulla piazzetta XIV Maggio, è solo l’ultimo degli episodi di sciacallaggio che da alcuni anni si registrano a Cinisi.

Sono molteplici gli episodi di furti di autovetture e incursioni negli appartamenti, che hanno portato a fine dicembre 2012 al ferimento di uno dei ladri ad opera del compianto Natale Biundo, 82 anni, che colpì uno dei quattro rapinatori che minacciavano di ucciderlo, se non avesse consegnato il bottino.

Si registra un incremento dei reati contro la comunità, in coincidenza con l’aumento del numero di abitanti, registrato negli ultimi cinque anni.

Dal 2009 la popolazione residente a Cinisi è aumentata di 1.500 abitanti e i reati sono aumentati del 200% rispetto all’anno di riferimento.

Ciò in funzione di una politica di assistenzialismo, che ha riversato su Cinisi interi nuclei familiari, provenienti in gran parte dai quartieri popolari del capoluogo palermitano.

Il contributo per l’affitto della casa e il lavoro socialmente utile, sono due tra i più importanti incentivi per trovare dimora a Cinisi. In molti casi però, alcuni soggetti assistiti hanno precedenti penali per furti e danneggiamenti, ma nonostante tutto vengono inseriti nelle liste degli aventi diritto al contributo.

Il grave fatto di danneggiamento del parco giochi dei bambini, attualmente chiuso per manutenzione straordinaria, aumenta il rammarico per la scarsa percezione di controllo del territorio in balìa di teppisti, rimasti impuniti e sempre più padroni del paese.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments