Home Cronaca Termini Imerese, arrestato sacerdote accusato di abusi su minore

Termini Imerese, arrestato sacerdote accusato di abusi su minore

Il sacerdote, già prete in due comuni delle Madonie, avrebbe avvicinato e più volte abusato di una 13enne, che solo oggi, 21enne, ha trovato la forza di denunciare la presunta violenza.

31 Gennaio, Termini Imerese. Dopo otto lunghi anni ha deciso di parlare e confessare gli abusi subiti all’epoca dal prete della sua parrocchia.  La 21enne, all’epoca minorenne, ha confessato tutto ai genitori che l’hanno aiutata a denunciare il presunto abuso ai Carabinieri.

La vittima ha raccontato di essere stata più volte avvicinata e abusata dal prete durante gli incontri organizzati in parrocchia. Le forze dell’ordine hanno verificato il racconto della giovane e sono così scattate le indagini che hanno portato all’ordinanza di custodia cautelare degli arresti domiciliari per don Paolino Marchese.

La ragazza, che all’epoca aveva soltanto 13 anni, ha dichiarato che in quel periodo frequentava assiduamente la parrocchia e in più occasioni il sacerdote l’aveva avvicinata e aveva approfittato della sua fragilità e incapacità di resistenza. Ha confessato inoltre che il silenzio tenuto per tutti questi anni era dato dalla paura di non essere creduta.

“A distanza di otto anni la donna, con il sostegno dei familiari, ha trovato il coraggio di denunciare l’accaduto -affermano i Carabinieri coordinati dalla procura di Termini- e gli accertamenti che ne sono scaturiti hanno consentito di delineare un quadro indiziario a carico del religioso, ritenuto dagli investigatori solido”.

Il prete deve adesso rispondere dell’accusa di violenza sessuale e atti sessuali con minorenne. Per lui è stata posta un’ordinanza di custodia cautelare degli arresti domiciliari.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments