Home Eventi “Un Goal per Cinisi II”, tiriamo le somme

“Un Goal per Cinisi II”, tiriamo le somme

“Un Goal per Cinisi”, torneo di calcio a 5 di beneficenza organizzato lo scorso 19 e 26 luglio, mette a segno un goal da 2.973 €. La somma è stata destinata all’ Istituto Comprensivo di Cinisi.

Domenica 19 e domenica 26 luglio si è svolta la seconda edizione dell’evento benefico “Un Goal per Cinisi”, torneo di beneficenza di calcio a 5. L’evento, che ha avuto luogo presso il centro sportivo Ground Sport and Food, ha riscosso molto successo.

Infatti il riscontro della cittadinanza rispetto al raggiungimento dell’obiettivo dell’evento, oltre che all’evento stesso, è stato più che positivo.

Benedetto Favazza, Roberto Motisi, Daniela Giannola e Salvatore Palazzolo, organizzatori dell’evento, sono riusciti a raccogliere 2.973 Euro. Con l’incasso della prima edizione, 1.738€,  gli organizzatori sono riusciti a garantire l’acquisto di 150 sedie per l’Auditorium Peppino Impastato della Scuola Media G. Meli.

Tutto il ricavato è stato raccolto tramite sponsor (Diesse, Pasticceria Palazzolo, Teleottica Carla, TreDivino, Palazzolo Michele e figlio, Mobili Leone, Cine Alba, MG pubblicità, Cinisi Vacanze, Peppe Animazione e Ground Sport and Food), quote di iscrizione, maglie con il logo della manifestazione e vendita di biglietti per il sorteggio.

Cambiano le edizioni ma lo scopo resta sempre solidale, e l’oggetto della beneficenza resta sempre l’Istituto Comprensivo di Cinisi (ma non solo). Il ricavato infatti verrà impiegato per rinnovare l’arredo scolastico ormai fatiscente e deteriorato dal tempo… ma anche da qualche giovinetto non curante del bene comune.

Oltre all’Istituto Comprensivo di Cinisi, una piccola parte del ricavato dell’evento è stata donata alla fondazione Centro di Aiuto alla Vita, che opera a Cinisi e per Cinisi da anni.

Incontriamo la direttrice amministrativa dell’Istituto Comprensivo, Lucia Agosta, la quale ci spiega di voler investire il ricavato per l’acquisto di sedie, quattrocento circa, destinate sopratutto alla scuola media. Ogni giorno i collaboratori scolastici sono costretti a fare il giro delle classi per prendere le assenze, prelevando così di volta in volta sedie dalle classi per portarle nelle classi in cui mancano.

Spesso si ritrovano costretti a prendere in prestito addirittura le sedie del plesso elementare.

Questa condizione porta conseguentemente a problemi di carattere praticamente clinico e certamente di postura, per i giovani studenti, che si ritrovano ad affrontare un notevole dislivello fra banchi e sedie.

“Questa è una situazione di disagio che si ripete puntualmente ogni giorno, ormai da troppo tempo” – ci racconta la direttrice.

“I soldi stanziati per la scuola nel bilancio non sono sufficienti” – ribadisce. L’Amministrazione dovrebbe infatti garantire una manutenzione ordinaria e non straordinaria della struttura scolastica.

Nel frattempo alcuni ragazzi della scuola media hanno provveduto a coprire i buchi nelle porte con delle creazioni artistiche…

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments