Home Salute e Benessere Prevenzione e salute in estate

Prevenzione e salute in estate

L’argomento prevenzione e tutto ciò che racchiude è percepito dai più come noioso e ridondante, specie in estate quando avvertimenti quali “Metti la protezione solare” o “Aspetta qualche ora prima di uscire, fa troppo caldo!”, vengono considerati  superflui, esagerati e  per questo  spesso ignorati da giovani e meno giovani, come se adottare qualche misura preventiva non consentisse di divertirsi abbastanza o fosse segno di debolezza.

Parlare e scrivere di salute (e prevenzione annessa) in estate vuol dire  chiamare in causa inevitabilmente le due insidie più grandi per il nostro benessere: il caldo e il sole. 

Ebbene si, l’alta temperatura tanto attesa durante le giornate invernali, grigie, piovose e apparentemente infinite, rappresenta un potenziale fattore di rischio da non sottovalutare,  soprattutto per alcune categorie di persone, come gli anziani e i bambini, i malati cronici o coloro che assumono farmaci che potrebbero interferire con la regolazione della temperatura corporea, ma anche tutti coloro che svolgono attività fisica o eseguono lavori intensi all’ aperto (es. agricoltori o lavoratori edili), e per questo maggiormente a rischio di disidratazione. Quest’ultima condizione si verifica quando l’organismo non è sufficientemente idratato e la quantità di acqua eliminata è superiore a quella introdotta, per cui vi è uno stato di “disequilibrio idrico” che se prolungato può essere particolarmente dannoso per la nostra salute. Per questo  motivo è importante non ignorare i segnali di possibile disidratazione che l’organismo invia, tra cui la sete, la sensazione di debolezza, i crampi muscolari o l’abbassamento della pressione arteriosa.

La prima indicazione da seguire per stare bene in estate è quindi quella di bere con regolarità: i “famosi” 2 litri di acqua al giorno, che i medici raccomandano di assumere 365 giorni all’ anno, in questa stagione dovrebbero essere un must (evitando bibite gassate o zuccherate). Inoltre è importante alimentarsi in maniera varia e corretta, per contrastare la sudorazione e la perdita di sali minerali collegata, scegliendo prevalentemente cibi leggeri, ricchi di acqua, vitamine e sali minerali (cetriolo, zucchina e anguria ad esempio sono composti in gran parte da acqua).

caldo-acqua-dissetarsijpg

Bere abbastanza da controbilanciare la perdita di acqua nell’organismo è fondamentale, ma certamente non è l’unico comportamento coscienzioso che andrebbe adottato durante i mesi più caldi.

Le raccomandazioni del Ministero

Come gli anni scorsi, anche quest’estate il Ministero della Salute ha raccolto e pubblicato nel suo sito ufficiale (http://www.salute.gov.it) le principali raccomandazioni da seguire per affrontare al meglio la stagione estiva e prevenire fastidiosi malesseri più o meno gravi.

Le indicazioni basilari possono essere riassunte nei punti seguenti:

  1. Indossare un abbigliamento adeguato e leggero (sia in casa che all’aperto, ricordando di proteggere il capo con un cappello e di indossare gli occhiali da sole, soprattutto nel caso in cui si esca nelle ore più calde);
  2. Rinfrescare l’ambiente domestico e lavorativo (per chi utilizzi un impianto ad aria condizionata si raccomanda di regolare la temperatura tra i 25 °C e 27 °C in modo da evitare eccessivi sbalzi termici tra ambiente chiuso ed esterno);
  3. Ridurre la temperatura corporea (ad esempio con una doccia tiepida o semplicemente bagnando viso e braccia con dell’acqua fresca);
  4. Diminuire il livello di attività fisica (sarebbe bene non svolgere attività fisica nelle ore più calde, stando attenti ad idratarsi adeguatamente per compensare il dispendio di liquidi causato dalla sudorazione);
  5. Uscire di casa nelle ore meno calde della giornata (evitare la fascia oraria che va dalle 11 alle 18);
  6. Lavorare all’ aperto senza rischi (evitare una prolungata esposizione ai raggi solari, alternando il lavoro con delle pause al fresco e ricordandosi sempre di idratarsi sufficientemente per scongiurare il rischio di disidratazione);
  7. Conservare correttamente i farmaci (lontano da fonti di calore e da irradiazione solare diretta).

Certamente quelli appena elencati sono dei semplici consigli che in alcune circostanze (pur volendo) non è possibile o semplice seguire, ma è vero che se da un lato c’è un Tizio, sfortunato muratore  che non può esimersi dal lavorare in certe fasce orarie molto calde, magari anche all’ aperto e sotto al sole cocente, dall’altro c’è un Caio che ha la libertà di scegliere se posticipare un determinato lavoro, la corsetta giornaliera o il bagno a mare, ad un orario meno rischioso per la propria salute.

Tutte le volte in cui  si ha a disposizione un margine di scelta perchè non preferire la via più sicura?

estate-mare-occhiali

Un articolo che affronta  l’argomento “prevenzione e salute in estate” sarebbe senz’altro incompleto se non accennasse ad uno dei comportamenti maggiormente associati al periodo estivo e alla spiaggia: l’ esposizione al sole.  Nonostante i notevoli benefici legati all’esposizione ai raggi ultravioletti (favorevole allo sviluppo della vitamina D, a sua volta benefica per ossa, muscoli e sistema immunitario) è bene tenere a mente che essi rappresentano uno dei fattori di rischio più grandi nell’ insorgenza dei tumori cutanei e del melanoma. Per tale motivo bisogna rammentare l’importanza di proteggere la pelle da eventuali scottature, applicando una crema solare appropriata alla propria carnagione (tanto più la pelle è chiara, e quindi sensibile ai raggi solari, tanto maggiore deve essere il fattore di protezione) prima di andare alla ricerca della tanto desiderata tintarella, e cercando di sottrarsi all’esposizione nelle ore di caldo più intenso.

Le persone maggiormente esposte alle temperature calde o al sole, e quelle più fragili, dovrebbero essere più caute e sensibili ai messaggi di prevenzione lanciati dagli esperti in materia,  non dimenticando che a volte basta davvero poco per prevenire minacce più o meno serie al proprio benessere, senza che questo privi della possibilità di godersi tranquillamente la stagione estiva.

Buona estate a tutti!

Fonti sitografiche

http://www.fondazioneveronesi.it/

Al seguente link è possibile leggere in maniera più approfondita le raccomandazioni del Ministero della Salute

http://www.salute.gov.it/portale/news/p3_2_6_1_1.jsp?lingua=italiano&menu=campagne&p=dacampagne&id=108

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments