Home Politica Terrasini e Cinisi, incontro sui rifiuti, aspettando l’Aro

Terrasini e Cinisi, incontro sui rifiuti, aspettando l’Aro

Tante buone intenzioni e novità nell’incontro di ieri, parole di stima e collaborazione tra i due Sindaci, nella gestione comune dei servizi e nell’affrontare il problema dei confini, fino a giungere all’idea di costituire un pre-Aro in attesa dei bandi regionali.

Si è svolta ieri mattina una conferenza stampa a Terrasini, indetta dal Sindaco Giosuè Manici, per parlare delle ultime novità in merito all’andamento della raccolta differenziata nel territorio comunale. Oltre al Primo Cittadino erano presenti il Vice Sindaco e assessore al ramo Angelo Cinà e, a sorpresa, il sindaco di Cinisi, avvocato Giangiacomo Palazzolo.

Angelo Cinà ha preso per primo la parola ricordando nuovamente, come fatto più volte in questi giorni, l’importanza della raccolta differenziata e il dato di giugno (60%). Ha poi comunicato due nuove ordinanze e parlato del nuovo calendario, descritto ai presenti alcune problematiche intercorse e le rispettive modifiche effettuate: “Il venerdì ad esempio – continua l’assessore – c’era molta gente che si confondeva, non capiva bene cosa dovesse differenziare, se il vetro o l’alluminio o tutti e due. Abbiamo notato poi come l’indifferenziato del martedì non venga fatto correttamente ma rappresenti piuttosto semplicemente spazzatura. Le attività commerciali hanno la necessità, invece, di fare la raccolta per tutte le 5 tipologie di rifiuti ogni giorno, anche in merito a questo stiamo cercando di rimediare”.

L’assessore successivamente ha dichiarato che Terrasini ha un limite giornaliero di conferimento in discarica di 16,7 tonnellate, che è stata chiesta la massima collaborazione alle attività commerciali e che si sta valutando di mettere dei contenitori specifici: “Siamo sul punto di risolvere anche il problema della raccolta a Contrada Zucco ed in qualche zona dentro il paese dove non si dovrebbero gettare rifiuti ma dove spesso nascono discariche. Come la Via Ralli, lì siamo intervenuti, ho mandato i vigili e gli operatori, abbiamo fatto le multe. Il territorio è controllato ma è una lotta continua anche contro chi la raccolta differenziata non vuole farla”.

Il sindaco di Terrasini Giosuè Maniaci, invece, ha ribadito l’approvazione regionale dell’Aro tra i due Comuni, ringraziando anche il sindaco di Cinisi per la sua presenza, rilanciando la massima collaborazione tra i due Comuni affinchè cominci una piena reale collaborazione amministrativa e gestionale. “L’Aro permetterà – ha dichiarato Maniaci – una gestione in proprio dei rifiuti dei due comuni ed un risparmio notevole oltre all’efficienza. Che ben venga quindi tutto ciò, anche per la gestione di altri servizi in comune. I due paesi sono limitrofi e quasi come un tutt’uno. Quando l’Aro partirà, come stabilito precedentemente, Cinisi sarà capofila mentre Presidente dell’Aro sarà il sindaco di Terrasini”.

materiali_raccolta_terrasini
Il prospetto del coupon della differenziata

Il Sindaco di Cinisi, Giangiacomo Palazzolo, ha ringraziato l’amministrazione di Terrasini ed ha comunicato ai presenti che i due Sindaci sono stati ad una riunione con il Direttore regionale Pirillo il quale gli ha comunicato che la gara per gli Aro sarà fatta a livello regionale: “Si pensa nel frattempo – ha dichiarato Palazzolo – di istituire e partire con la formula del pre-Aro, come già fatto da Montelepre e Giardinello, sistema questo quindi già messo in atto e legittimato anche sotto gli aspetti giuridici e normativi. Tutto questo prevederà a regime un abbattimento dei costi del 20%/25%”.

“Cinisi poi – continua il Primo Cittadino – nonostante abbia circa lo stesso numero di abitanti di Terrasini, ha la possibilità di conferire giornalmente solo 11 tonnellate di rifiuti a fronte di una raccolta di circa 13 tonnellate lasciandone circa 2 tonnellate nel territorio”.
L’avvocato Giangiacomo Palazzolo in merito ai confini tra i due paesi ha affermato che lì dove esiste la problematica basta semplicemente che uno dei due ceda all’altro quel territorio. Ad una domanda specifica sul personale ha invece risposto: “Ci facciamo carico di tutto il personale, dei dipendenti, dei loro pagamenti, e tale tutela è estesa anche ai lavoratori interinali. Il programma di intervento dell’Aro e il piano strategico prevedono la tutela e salvaguardia dei lavoratori dei cantieri di Cinisi e Terrasini”.

La conferenza è terminata con un appello alla stampa e soprattutto ai cittadini e ai commercianti di tutti gli amministratoti, un coro unanime: “Aiutateci a fare e a portare avanti la raccolta differenziata!”.

Aro – sono “aree di raccolta ottimale” ed hanno il ruolo di erogare il servizio di spazzamento raccolta e trasporto, e sono costituiti da Comuni in forma singola o associata mediante lo strumento della convenzione tra enti locali e possono fare i piani di intervento, capitolato d’oneri e bando di gara per il servizio di spazzamento, raccolta e trasporto dei rifiuti.

raccolta_differenziata_terrasini