Home Cronaca Consiglio comunale sul Bilancio. Stasera un’altra convocazione

Consiglio comunale sul Bilancio. Stasera un’altra convocazione

Un consiglio comunale urgente, chiesto dal Sindaco per l’importante momento dell’arrivo in aula del bilancio preventivo. S’inizia puntuali con una presenza di pubblico ancora insufficiente dato l’argomento.

Sulla scia del precedente consiglio comunale, il presidente del consiglio, si riferisce all’animosità manifestata dai Consiglieri, lasciando intendere che non saranno tollerati atteggiamenti fuori dalle righe. Si da lettura di verbale di commissione allo scopo. L’episodio, riguardante il consigliere Impastato, ha spinto il presidente a condannare possibili intemperanze in aula per il futuro.

Il punto numero due all’o.d.g. viene approvato dall’assemblea, in quanto proposta funzionale.

Il punto numero tre riguarda il piano triennale delle opere pubbliche. Alcune delle opere incluse non hanno la necessaria copertura finanziaria, per altre invece si utilizzeranno contributi privati. Il consigliere Ferrara ribadisce la necessità di un collegamento diretto con la zona aeroportuale. Il consigliere Catalano si rammarica per la distrazione di fondi, dalla manutenzione scolastica verso i lavori urgenti al cimitero. Il consigliere Impastato chiede a quali finanziamenti si riferisse il capogruppo di maggioranza nella precedente esternazione. Il piano è approvato con dodici voti a favore e sette astenuti.

Il punto quattro dell’o.d.g prevede approvazione DUP 2016 – 2018 e l’approvazione del bilancio annuale e pluriennale 2016/2018. Il Presidente anticipa che in data antecedente allo svolgimento dei lavori la Regione Siciliana ha nominato un commissario ad acta in merito all’approvazione del bilancio. Segue il ringraziamento agli uffici per l’elaborazione dell’attuale, il primo a potersi dire armonizzato; si potrà spendere solo l’ammontare in cassa. Il servizio del “Kiss&Fly” si dimostra una risorsa ingente per il bilancio, con una previsione di oltre sette milioni d’incasso. Sarebbe altresì garantito il rimborso integrale ai pendolari.

Il Sindaco prende successivamente la parola aprendo il suo discorso con una difesa dei lavori dell’assise comunale e l’invito a fare altrettanto rivolto agli astanti. Il discorso vira sul bilancio, probabilmente quello con più risorse a disposizione dell’ente nell’ultimo decennio. Anche il Sindaco pone l’attenzione sulle potenzialità dello strumento “Kiss&Fly”. Secondo l’analisi del Sindaco il comune di Cinisi ha sofferto meno di problemi economici rispetto ad altri enti locali grazie alle peculiari presenze sul territorio. I trasferimenti regionali sono in diminuzione, in alcuni casi pari a zero, lasciano un quadro economico difficile per le municipalità. Le somme trascritte sul bilancio sono aderenti alla realtà, secondo il Sindaco, in quanto frutto di un lavoro degli uffici secondo valutazioni quanto più possibili vicine alla realtà. Le entrate dovute alle sanzioni comminate per tramite dello strumento “Kiss&Fly” potranno essere una garanzia per il personale non stabilizzato del municipio. Per quanto riguarda altre entrate, l’evasione è sostanzialmente stabilizzata; bene I.M.U. e I.R.P.E.F. . Il Sindaco sostiene che la politica gestionale dell’aeroporto sia positiva; ciò comporta un beneficio per le casse comunali dovuto all’introito dell’addizionale comunale dei diritti d’imbarco. Per cause dovute a questioni burocratiche con gli enti di livello superiore le entrate sotto questa voce potrebbero essere superiori di quelle acquisite.

Altro aspetto positivo è lo stanziamento della somma di circa duecentoquarantamila euro a copertura integrale del rimborso agli studenti pendolari, nel recente passato oggetto di critica. Su questa vicenda influisce ancora la posizione della Regione Siciliana che continua a versare in una situazione economica difficile, con conseguente gravame sui comuni. Ancora in tema di studio, è stata prevista la copertura per le cedole della scuola. Una parte del bilancio riguarda il comparto della Polizia Locale. La metà della previsione è dedicata in termini numerici più elevati che nel recente passato. La spesa vincolata riguarderà, tra le altre, la manutenzione della segnaletica, ad esempio. Il sindaco precisa che una parte del bilancio elaborato è espressione di una volontà amministrativa, riguardante il piano regolatore generale, la manutenzione scolastica, altri mezzi per i lavori pubblici (circa ottantamila). In particolare il P.R.G. prevede una gara per l’affido, con criteri restrittivi e alta responsabilità. Nota sui patti territoriali, a suo tempo sottoscritti dal Municipio, per cui si è recuperata una somma per l’estinzione, in accordo col MISE.

Al termine dell’intervento del Sindaco, la dottoressa Vitale, nell’illustrare all’attenzione dell’aula le modalità di redazione del bilancio, ricorda che sono state affrontate diverse novità nella redazione. Il revisore dei conti, Mineo, sottolinea che si tratta del primo bilancio armonizzato e comunque ritenuto valido. Sono state rilevate delle criticità: il bilancio è legato nei suoi aspetti positivi all’introito derivato dalle sanzioni amministrative che non sono certe ma prevedibili. Permane l’aspetto negativo della passività potenziale del contenzioso con A.T.O.. Prima della pausa viene letto il verbale di commissione che porta a una protesta subito rientrata. Alla ripresa il consigliere Catalano apre con una battuta circa la collaborazione con i consiglieri di maggioranza, fin qui scarsa. Il Consigliere si rammarica dello spostamento di risorse ai danni della scuola ma anche per i risultati della raccolta differenziata che avrebbero ridotto il divario entrate-uscite.

Intorno alle 23:30 è presente casualmente in aula parte dell’amministrazione comunale di Terrasini. Il consigliere Nicchi ringrazia gli uffici per il lavoro svolto in quanto sarebbe stato difficile fare di meglio, con un bilancio migliore dei precedenti. Sul solco delle parole del sindaco invita a votare positivamente per l’approvazione. Il consigliere Abbate riprende la questione “collaborazione” stigmatizzandone i contenuti e compiacendosi che alcuni argomenti messi all’attenzione da parte dell’Opposizione siano stati presi in considerazione. Pone l’attenzione sul capitolo Turismo, su cui si sarebbe potuto fare di più. Inoltre si chiede maggiore precisione sugli introiti derivanti dalla raccolta differenziata, mensa, borse di studio ma anche delle zone bianche. Sul fronte delle spese sottolinea in particolare quelle legali.

Il consigliere Ferrara apre il suo intervento ribadendo fiducia nel revisore e anche un giudizio favorevole al bilancio. In relazione allo strumento del “Kiss&Fly” prende atto che sia una risorsa e di conseguenza l’aeroporto meriterebbe maggiore attenzione nel comparto dei servizi a esso dedicati. C’è preoccupazione per l’evasione nonché per l’entità dell’introito delle tasse d’imbarco, probabilmente inferiore rispetto al passato, come anche per i temi dell’artigianato, del turismo (ipotesi: regolamentazione piccole strutture), collegamenti viari con aeroporto e situazione del porto.

Il consigliere Impastato, dopo aver chiesto un chiarimento circa voci del bilancio, sottolinea una critica riguardante la scelta politica fatta per l’acquisizione di mezzi per i lavori pubblici, riprendendo una precedente proposta del gruppo consiliare.

Il consigliere Ruffino apre il suo intervento sottolineando come l’Amministrazione e la maggioranza consiliare abbiano lavorato bene per la preparazione del bilancio in esame, ove elaborate anche proposte non indifferenti all’Opposizione. Effettua un richiamo al senso di responsabilità mostrato in occasione della presentazione in aula di debiti fuori bilancio. Bene sia per il miglioramento del rapporto con l’A.T.O. e per l’accantonamento in favore della rete idrica, nonché della previsione sul banco alimentare.

Il consigliere Biundo apre con plauso al clima disteso della seduta. In merito all’argomento del punto ritiene il bilancio un documento di parte, in quanto non partecipato dai gruppi esterni alla maggioranza. Sarebbe sempre opportuno chiedere la collaborazione di questi gruppi. Il Sindaco aggiunge, in merito ai costi di notificazione, che gli è stata richiesta una centrale di posta unica, per cause diverse, onde poter concentrare al massimo le spese.

Segue la sequenza di emendamenti al documento. I primi, “tecnici”, sono approvati all’unanimità. Un terzo, inerente l’ipotesi realizzativa di una casa dell’acqua a cura del consigliere Impastato. Il Municipio ha provveduto a pubblicazione di apposito bando, per privati, che però non soddisfa requisiti di gestione pubblica e snella, senza ulteriori oneri. L’emendamento è respinto pur con undici contrari. Un quarto emendamento, per recupero somme da destinare a lavori urgenti al cimitero causa infiltrazioni, a cura del consigliere M. Maltese, è approvato con quindici voti a favore. Un quinto emendamento, a cura del consigliere Ferrara è approvato. Un sesto emendamento, a cura dei gruppi consiliari di ETC e PD, per il miglioramento del complesso del campo sportivo comunale è respinto. Riguardo quest’ultimo argomento il Sindaco aggiunge che si sta lavorando sia per migliorare che per ampliare. Critico il consigliere Biundo. Si giunge alla votazione per il documento di bilancio e annessi. Il gruppo de LR si astiene in quanto non ritiene soddisfacente la situazione per la questione A.T.O., i fondi al turismo, per la casa dell’acqua e la raccolta differenziata. Il gruppo del PD si astiene sottolineando che il documento in sé non sia negativo ma manca di concertazione con l’opposizione. Il gruppo di maggioranza resta favorevole. Il gruppo ETC si astiene, sottolineando una maggioranza solitaria. Il gruppo Hel si astiene con l’auspicio di maggiore collaborazione. Il presidente del consiglio interviene auspicando maggiore partecipazione, maggiore attenzione ai bisogni dell’artigianato e a tenere in considerazione il rischio derivato dai debiti. Il documento è approvato con dodici voti a favore e esecuzione immediata.

Si procede con l’anticipazione del punto sette dell’o.d.g., l’interrogazione del consigliere Biundo relativa all’illuminazione mancante presso il complesso edilizio “Cooperativa Giada”. Una interrogazione simile era stata già presentata nel mese di marzo ove il Sindaco si era impegnato a risolvere entro il mese di luglio. Tuttavia la questione non è ancora risolta. Il Sindaco prende la parola per spiegare l’evoluzione della vicenda. Per potere provvedere il Municipio dovrà entrare in possesso delle aree. A causa di un problema di espropriazione causato da una particella adiacente all’area interessata e estranea alla vicenda. Il parere riguardo la vicenda fornito dalla Città metropolitana al momento non soddisfa i desiderata dell’Amministrazione. I successivi incontri tra le parti hanno portato alla conclusione che si possa avviare una procedura per la normalizzazione ma richiederà ancora del tempo. Tuttavia attualmente i residenti potrebbero risolvere temporaneamente il problema con un allaccio alla rete elettrica, a loro spese. Il consigliere Biundo si adopererà presso le sedi competenti in ausilio.

Si procede con l’anticipazione del punto otto dell’o.d.g., l’interrogazione del gruppo consiliare PD in merito allo stato del manto stradale di Contrada S. Giovanni. Il Sindaco risponde che chiederà una verifica da parte dell’esecutore.

Si procede con l’anticipazione del punto nove dell’o.d.g., l’interrogazione del gruppo consiliare LR in merito a manifestazioni e iniziative da svolgersi nel 2017. Il consigliere Impastato pone l’attenzione sul finanziamento di progetti nel corso dell’anno per cui non sarebbero state sfruttate alcune opportunità. Una conseguenza si sarebbe avuta con un esiguo cartellone estivo. La risposta è affidata all’assessore Biundo, che spiega la difficoltà di partecipare a bandi caratterizzati da co – finanziamenti, senza proroghe previste per l’adesione agli stessi. L’assessore da un giudizio positivo del cartellone estivo, pur caratterizzato da spese sostenute principalmente da privati.

Si procede con l’anticipazione del punto dieci dell’o.d.g., altra interrogazione del gruppo consiliare LR, inerente problematiche della raccolta differenziata. Si pone l’attenzione su come aumentare la percentuale di raccolta differenziata sul territorio comunale. Nel corso del prossimo periodo potrebbe manifestarsi il dovere della eco tassa regionale per i comuni che ottengono risultati inferiori a quanto stabilito. Inoltre sono chieste informazioni circa il bando per l’ottenimento di materiale funzionale alla raccolta differenziata. La risposta è affidata all’assessore Ruffino. Questi spiega che l’incremento della percentuale di raccolta è un obiettivo. Si è puntato sulle attività all’interno della scuola a scopo educativo, sull’aumento dei controlli e un conseguente aumento delle sanzioni con una pattuglia della Polizia locale dedicata. La riduzione della presenza di plastica tipo PET potrà essere ridotta con la creazione della casa dell’acqua. Con l’aumento del compostaggio domestico. In riferimento all’eco tassa esiste una difficoltà oggettiva nel raggiungere in tempi brevi il valore previsto ma la stessa norma è oggetto di discussione. In riferimento al bando citato l’Assessore precisa che un requisito necessario, certificato in esterno, fosse non congruo tuttavia lo stesso requisito, inteso come valore numerico fosse realmente fuori scala.

I punti cinque e sei all’o.d.g., riguardanti debiti fuori bilancio derivati da sentenze, vengono approvati col voto della Maggioranza.

La seduta è stata particolarmente lunga. I lavori sono terminati alle ore 03:00 del giorno successivo alla convocazione.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments