Home Notizie L’opposizione dichiara: ultimo consiglio illegittimo

L’opposizione dichiara: ultimo consiglio illegittimo

Cinisi 16 Novembre. Nuovo comunicato da parte dei consiglieri del Partito Democratico Salvatore Catalano, Vera Abbate e Caterina Palazzolo, che spiega i motivi per cui dichiarano la seduta consiliare del 14 novembre illegittima. Nell’ultimo consiglio, difatti, la maggioranza, non curante dell’assenza dell’opposizione, ha nominato nuovo Presidente del Consiglio il Dott. Antonino Ruffino.

Di seguito alcune delle motivazioni che hanno portato i consiglieri a dichiarare lo stato di illegittimità della seduta:

  1.  La Deliberazione di consiglio n 96 del 07/11/2016 con cui la maggioranza aveva revocato e sfiduciato il consigliere Manzella a nostro avviso è nulla in quanto la stessa non è stata pubblicata nei termini previsti dalla L.R. 11/2015 e cioè entro i tre giorni dall’approvazione;
  2.  Durante la trattazione della mozione di revoca ha partecipato alla votazione il consigliere Scrivano che ricopre anche la carica di assessore, elemento non previsto dallo statuto comunale a cui si sono attenuti illegittimamente i consiglieri di maggioranza in quanto lo stesso è stato superato dalla L.R. 6/2011;
  3.  Inoltre i consiglieri di maggioranza allo stesso tempo non si sono attenuti allo statuto comunale che prevede al contempo la revoca e la nomina del nuovo Presidente.

L’opposizione ritiene infatti che l’unico obiettivo della maggioranza sia quello di “eliminare” un soggetto a loro politicamente scomodo come il Presidente Manzella viste le sue prese di posizione discordanti dall’amministrazione. E intanto i consiglieri fanno presente che i problemi del paese persistono a discapito dei cittadini, tra i quali:

  • la questione rifiuti che ad oggi non ha una direzione risolutiva, la raccolta differenziata a fasi alterne, inoltre data la ridotta percentuale raggiunta alla fine dell’anno potrebbe ricadere sulle tasche dei cittadini un aggravamento della tassa.
  • la Tonnara dell’Orsa continua nel suo decadimento.
  • le strade sono dissestate e invase dall’erba.
  • la pubblica illuminazione ha continui guasti ed interruzioni.
  • l’asilo nido è stato ridotto ad un servizio che non funziona correttamente tanto che sono diminuite le utenze.
  • la manutenzione delle scuole non è attenzionata, ma ad essa sono state decurtate somme appositamente destinate
  •  carenze strutturali del Campo Sportivo, di cui era stato presentato un emendamento, bocciato dalla maggioranza, per recepire i fondi dal bilancio di previsione.
  • Bike Sharing ancora inattivo.
  •  La Pirrera ennesima cattedrale nel deserto, visto che gli abitanti della zona sono sprovvisti ancora di una viabilità idonea e sicura.

Uniche note positive, dal punto di vista del gruppo PD, arrivano grazie ai finanziamenti ottenuti dello Sblocca Italia, Buona Scuola e Patto con il Sud. Tutti interventi del Governo Renzi che permetteranno la definizione del Progetto Via del Mare, l’ecosostenibilità delle strutture scolastiche con la dotazione di pannelli fotovoltaici, la messa in sicurezza del costone roccioso della Spiaggia Magaggiari e la riqualificazione della Piazza Vittorio Emanuele Orlando.

Riguardo l’illegittimità favorita dalla maggioranza consiliare, il gruppo PD si augura che “presto gli Enti Preposti possano far chiarezza al fine di assicurare il normale funzionamento dell’organo consiliare e del ripristino della legalità”.

Per prendere visione del comunicato integrale clicca qui

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments