Home Cronaca Rimprovera l’alunno in classe, insegnante picchiato dai genitori

Rimprovera l’alunno in classe, insegnante picchiato dai genitori

Aggredito un insegnante dell’istituto comprensivo A. Caponnetto di Tommaso Natale. Calci e pugni all’ingresso della scuola all’indomani del richiamo all’allievo. Scatta la denuncia per i due genitori.

Picchiato a sangue perché ha punito uno studente durante la sua ora di lezione. Accade a Palermo, un professore dell’istituto comprensivo “Antonino Caponnetto” del quartiere di Tommaso Natale è stato preso a calci e pugni davanti alla scuola dai genitori di un suo alunno e da un’altra coppia.

Il docente di matematica e scienza, 49 anni, avrebbe allontanato fuori dall’aula uno studente e il suo compagno di banco perchè parlavano durante l’ora di lezione. Il professore quindi sarebbe stato fermato nel parcheggio della scuola media, e preso a calci e pugni dai genitori di uno dei due studenti e da un’altra coppia che era con loro. La vittima ha denunciato i suoi aggressori, due dei quali identificati successivamente dalla Polizia. “Sono stato accompagnato subito in ospedale e ho deciso di denunciare perché ho riconosciuto tra gli aggressori i genitori del mio allievo e non deve passare il concetto che si possa essere così violenti senza pagarne le conseguenze. In cinque anni di insegnamento non mi era mai capitato”, ha dichiarato l’insegnante che continua: “Sono molto scosso e preoccupato per il mio ritorno a scuola”. Sotto shock anche i colleghi.

Sono in corso le indagini per chiarire la dinamica dell’episodio.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments