Home Il bello attorno I mille volti dell’amore a Palermo

I mille volti dell’amore a Palermo

Ah l’amore questo folle sentimento che…” così scriveva Battisti e così due giovani ragazze palermitane ci hanno accompagnati in un originale tour alla scoperta dei mille volti dell’amore a Palermo, lanciato proprio in occasione di San Valentino: il “Tour dell’Ammore”.

Enrica e Virginia non sono nuove a queste idee, sono infatti le fondatrici dell’Alternative Tours Palermo, entrambe laureate in Storia dell’Arte hanno dato sfogo alla loro creatività ed alla voglia di proporre un modo diverso ed originale di raccontare la loro città, anche sotto nuovi aspetti, meno convenzionali e nascosti.

Dal 2015 hanno iniziato questa avventura con i loro tour alternativi, frutto di un attento e meticoloso lavoro di ricerca e documentazione.

L’intuizione è stata quella giusta visto i feedback positivi da parte di un target eterogeneo, composto da stranieri ma anche da tanti palermitani curiosi di scoprire luoghi ed angoli nascosti, in modo divertente ed accessibile a tutti. Tra le loro proposte il tour della Street art o la passeggiata all’interno del Cimitero di Santa Maria di Gesù. Un modo diverso di interpretare la città!

Essendo curiosa ed innamorata di Palermo, insieme ad alcuni amici, non ci siamo fatti scappare questa passeggiata a piedi che si è rivelata interessante e non banale.

Il centro storico di una bellissima Palermo è stato il teatro dei racconti di una selezione di storie d’amore consumate tra i palazzi della città e non solo, con un’alternanza di passione ma anche delusione e disincanto.

Passando da Rosa Balistresi a Renato Guttuso fino ad arrivare a Frida Khalo, sono state rappresentate le tante sfaccettature dell’amore e questa scelta ha reso il tour vario ed interessante, regalando diversi spunti di riflessione.

La prima riflessione scaturita è stata: quanto ha da raccontare una città! I palazzi o le viuzze prendono un significato nuovo conoscendone le vicende che si sono susseguite, in questo caso gli amori e gli intrighi, e sta soltanto a noi guardare oltre. Una seconda riflessione riguarda invece il ruolo fondamentale della fantasia e di come dalle idee si possano realizzare progetti validi capaci di creare forme nuove di promozione del territorio.  

L’Ammore più grande che abbiamo scoperto, attraversando le viuzze del centro storico, è stato senza dubbio quello di queste due ragazze verso la propria città, talmente grande da diffonderlo e trasmetterlo con passione ed entusiasmo, con gli occhi felici di chi, dopo aver creduto ad un progetto riesce a realizzarlo.

Lascia un commento: